Abbiamo iniziato questo progetto nei mesi di Novembre e Dicembre 2020, ne avete ricevuto i primi risultati con le lettere che hanno accompagnato i nostri regali di Natale 2020 e Pasqua 2021  e qui di seguito vi illustriamo in cosa consista questa forma d’arte, perché sia stata scelta e come i vostri cari abbiano vissuto questa novità.

 

La mail art, chiamata anche Arte Postale,  è «una pratica artistica d’avanguardia che consiste nell’inviare per posta a uno o a più destinatari cartoline, buste, e simili, rielaborate artisticamente». Un presupposto della mail art è che “i mittenti ricevono ed inviano”, nel senso che non ci si deve aspettare di ricevere mail art senza partecipare attivamente al movimento. Gli artisti postali solitamente si scambiano opere sotto forma di illustrati, cartoline, timbri, buste decorate o illustrate, “francobolli d’artista”, etc.

Perché l’Arte Postale?
Abbiamo e stiamo tutt’ora attraversando un periodo frastornante, siamo tutti sottoposti ad uno stress costante, ad un isolamento difficile, con il distanziamento sociale che sta modificando le modalità di relazionarci, rendendo difficile la comunicazione e lo scambio interpersonale e facendoci sentire più soli e vulnerabili.
Ciò viene vissuto con ancora più intensità dagli anziani: la parte di popolazione più a rischio e quella su cui si concentrano maggiormente i nostri sforzi rivolti alla protezione dal contagio. Gli anziani istituzionalizzati, privati ormai da lungo tempo dalle carezze e gli abbracci dei familiari, se coinvolti nel giusto modo dall’iniziativa, potrebbero riattivare dentro di loro importanti processi motivazionali e affettivi, ritrovare la voglia di comunicare e raccontarsi attraverso un canale, quello espressivo, che mette in risalto la loro unicità e che richiede un autentico contributo personale alla comunicazione. Per di più, proponendo le cartoline, riscopriamo il loro mondo e possiamo dare valore ad una modalità di comunicare che ormai è quasi scomparsa, concedendo il passo ai nostri smartphone che mandano foto in ogni istante, ai social che raccontano dove passiamo le vacanze con un click e, più in generale, alla condivisione spasmodica di informazioni pronte all’uso.
Possiamo, invece, riavvicinarci ad un tempo lento, fatto di desideri e di attese, di incognita e curiosità, possiamo usare risorse creative per raccontare le nostre storie e aspettare che qualcun altro ci risponda raccontando la sua storia, attraverso una piccola opera artistica; magari proprio qualcuno come noi, che sta vivendo in una Residenza, che sta convivendo con paure e ansie, lontananze e sorrisi, esattamente come noi.
Dare libero sfogo alla fantasia, dedicare tempo ed impegno per creare ed esprimere se stessi attraverso quella piccola creazione, può diventare un movimento interiore di vitalità che ci aiuta a combattere la tristezza e dà valore al tempo, permette di connetterci a noi stessi ma anche agli altri, lontani da noi.

Obiettivi
Questa iniziativa dunque coinvolge altre Rsa, in uno scambio di cartoline tra gli ospiti, ma può essere rivolta anche ai familiari, che potrebbero essere coinvolti in uno scambio di cartoline per gli Auguri delle Festività. Come già avvenuto, ogni anziano potrà preparare, seguito adeguatamente, una sua personale cartolina di auguri da mandare ai propri familiari con un messaggio di speranza, un ricordo da condividere oppure con un’immagine, una poesia, o addirittura con tutti questi elementi insieme.
I familiari, a loro volta, adeguatamente formati e istruiti, potranno rispondere con una cartolina personale creata nello stesso modo e tutte le cartoline verranno spedite come normali cartoline con il francobollo attraverso i servizi delle Poste.
Sarà bello sia dedicare del tempo alla creazione della propria cartolina, sia aspettare intrepidi l’arrivo di una cartolina con un messaggio per noi.
L’obiettivo dunque è coinvolgere familiari e ospiti, e anche ospiti di altre RSA, in uno scambio di Arte Postale, tramite cartoline spedite normalmente per posta, per condividere bellezza e creatività e donare tempo di qualità intrecciando nuove relazioni o vivacizzando quelle vecchie.
Se il Covid-19 ci ha insegnato qualcosa, sicuramente una di questa è l’importanza dei piccoli gesti: in questi ultimi anni abbiamo appreso profondamente che tutti siamo importanti perché soltanto continuando a svolgere ognuno la propria attività, dando ognuno il proprio piccolo contributo, possiamo ripartire e migliorare. Non scopriamo certo oggi l’importanza dei piccoli gesti, ma ne comprendiamo sicuramente il significato in modo più profondo.

Metodologia
Le Cartoline verranno interamente create da noi, a partire da zero, con materiali riciclati o di recupero. Vediamo di cosa abbiamo bisogno.
Materiale Necessario:
• Cartone riciclato dalle scatole per ritagliare la cartolina
• Colla in Stick
• Matite o Pennarelli
• Riviste o Giornali
• Carta, Nastri, Fotografie
Quello che è importante in questa attività è il PROCESSO CREATIVO e non il risultato finale.
Attraverso il processo creativo possiamo attivare risorse e potenzialità di grande importanza per gli ospiti, ma affinché questo avvenga, dobbiamo cercare di facilitare il lavoro dell’ospite attraverso una modalità comunicativa di sostegno, senza mai sostituirci a loro ma accompagnandoli alla ricerca dei loro significati personale e delle loro immagini interne.

Tappe di lavoro:
IL MESSAGGIO: La creazione della Cartolina dovrà partire da un messaggio personale del singolo ospite: un augurio, una poesia, un ricordo condiviso, una frase, una serie di parole significative. Questo è l’inizio del lavoro ed è importante che venga fornito il giusto sostegno affinché il
messaggio sia dell’ospite.
LA CARTOLINA: Una volta identificato il messaggio si lavora sull’immagine partendo dallo sfondo per poi aggiungere elementi o ornamenti in base alla propria ispirazione. Tenendo a mente il messaggio che vuole trasmettere, l’ospite cerca lo sfondo che in maniera istintiva o intuitiva lo ispira o lo attrae e nello stesso modo sceglie elementi ornamentali o figure da aggiungere
allo sfondo fino ad un massimo di 3 elementi.
LE PAROLE: A partire dal messaggio possiamo cercare delle parole chiave che scegliamo di accostare alle immagini per dare rinforzo e voce allo stesso. Una volta individuate 3-5
parole chiave, possiamo cercarle nelle riviste e ritagliarle oppure possono essere scritte al Pc e stampate in caratteri diversi per poi essere ritagliate ed incollate sulle immagini.
Con questo passaggio la Cartolina d’Artista è pronta.
COMPILARE IL RETRO: Possiamo dedicarci al retro, dove si può riscrivere il messaggio individuato nella fase precedente e firmare la nostra piccola opera artistica, aggiungere l’indirizzo del
destinatario e attaccare il francobollo.

 

Al seguente link potete apprezzare i primi passi che abbiamo mosso come artisti postali:

https://www.casadiriposofirenze.it/?p=14376&preview=true

 

Oltre ai pensieri dedicati ai familiari, grazie all’arte postale  abbiamo potuto conoscere e condividere questa forma d’arte con gli ospiti della RSA Beato Angelico RSA e al seguente link potete trovare una presentazione di come è iniziata una nuova conoscenza:

https://www.canva.com/design/DAEiDAur4ws/a99zkfxA6xkxGlOCc2_2tw/view?_branch_match_id=936892027959121535&utm_source=Links&utm_medium=Share&_branch_referrer=H4sIAAAAAAAAA8soKSkottLXT07MK0vUy03Vr%2FLLNApMMszOyEgCAGEitBMcAAAA#8